Un sostegno concreto alla Protezione civile

.

Devolute all’associazione le quote per le uscite didattiche sospese, ma già pagate. Una targa premia gli alunni

.

Malgrado le preoccupazioni e le limitazioni che questo periodo ci ha imposto, non abbiamo rinunciato a gesti di solidarietà. In accordo con gli insegnanti e le nostre famiglie, abbiamo deciso di rinunciare alla restituzione della quota per le uscite didattiche sospese a causa del Covid, ma già versate. Così facendo, siamo riusciti a devolvere quanto raccolto alla Protezione Civile del nostro Paese. Ci è sembrato giusto sostenere questa realtà del nostro territorio che si è adoperata e si adopera tutt’ora, con spirito di abnegazione, per fornire il proprio supporto alla popolazione. Non solo…grazie a quest’occasione abbiamo approfondito il concetto di solidarietà. E’ bastato il testo di una canzone dal titolo Solidarietà, appunto, che sottolinea: «Il tuo cuore batte come il mio… I tuoi occhi guardano nel sole: la stessa luce, la stessa vita. Tutti insieme stiamo camminando in questo mondo, in questo mondo, incontro all’avventura ognun dell’altro senza paura…Ciò che unisce è certo più importante caro fratello, è più importante! Se tra noi qualcosa è differente, sarà più vario, sarà arricchente. Anche tu sei mamma, sei papà di figli belli, di figli cari che a mio figlio tenderan la mano; faranno insieme un mondo umano». La canzone tratta della parità di tutti gli uomini ed evidenzia che le differenze non vanno disprezzate, anzi rendono questo mondo più variopinto. Tutti siamo fatti della stessa sostanza e nessuno è diverso, tutti viviamo e abbiamo il diritto di vivere al meglio. Siamo tutti mamma, papà o figli e, se ci aiutiamo, possiamo ottenere un mondo migliore. Proviamo tutti gli stessi sentimenti e non dobbiamo rimanere indifferenti, ma cercare di sostenerci a vicenda. È sempre giusto aiutare gli altri, anche se a volte può essere difficile, e sempre reca un’enorme soddisfazione. Un gesto, che per chi lo compie è molto semplice, può essere assai importante per chi lo riceve. Solidarietà, per noi , è sinonimo di aiuto, soprattutto nei confronti di chi è “diverso” e, se non si vuole aiutare, almeno bisogna rispettare. La vita è come un puzzle, formato da tanti pezzi unici, proprio come le persone che si incontrano: sono tutte diverse, ma ognuno fondamentale. Proprio come in un coro, proprio come il coro che canta “Solidarietà”, formato da persone con il colore della pelle, la voce e il carattere diversi, che in armonia tra loro sanno esprimere amore e trasmettere un messaggio: essere una famiglia unita. I nostri professori ci hanno spronato ad analizzare il testo della canzone e a produrre alcune slide individuali in Power point nelle quali, ciascuno si di noi si è soffermato su una parola o un concetto tratto dal testo. Le nostre riflessioni personali hanno dato vita a bellissime immagini che hanno creato gli sfondi alle considerazioni di ciascuno di noi.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA