Robotica, un mondo tutto da costruire

.

Dai Lego agli automi attraverso una precisa programmazione didattica nell’istituto scolastico «Umberto Saba»

.  

È sempre stato appassionato di robotica «Sono appassionato di linguaggi umani e capire come le lingue possano agire sul mondo esterno mi affascina. Sono sempre alla ricerca di proposte coinvolgenti per usare la matematica in modo divertente. Prima di diventare docente ho fatto il programmatore». Quali sono i principi «I principi della robotica sono gli stessi della programmazione: scrivere istruzioni per far eseguire alla macchina azioni in modo corretto». Perché la robotica a scuola «Aiuta a ragionare sui passaggi e permette di capire come risolvere i problemi». È mai capitato di sbagliare un progetto «Sì, è capitato. Nella matematica e nelle scienze la cosa più importante è sbagliare: solo quando si sbaglia si impara. Un progetto scientifico non è sempre esatto perché nelle scienze non ci sono certezze assolute». Perché tra le varie competizioni avete scelto la first lego league «Abbiamo scelto questa gara perché la squadra viene valutata su tre aspetti: la componente di robotica; la componente scientifica con l’elaborazione di un progetto su un tema non necessariamente legato alla robotica e, infine, la cooperazione nel gruppo. La FLL ha anche un aspetto ludico e i ragazzi imparano divertendosi perché utilizzano i robottini della lego»

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA