Istituto Comprensivo Cremona 2 Scuola secondaria Virgilio – Cremona Classe 3G – Docente: Kitti Messina

.

Violini e violoncelli tra musica e arte

Alla scoperta di Cremona fra 150 botteghe artigianali, concerti, scuole e un museo speciale dedicato alla liuteria

.

Piccola città della provincia padana lombarda, Cremona da secoli è una vera e propria capitale internazionale: da Andrea Amati (1566) a Simone Fernando Sacconi (1941) la storia della liuteria cremonese si è infatti affermata in tutto il mondo. Violini, viole, violoncelli, contrabbassi, di grande fama e di ineguagliabile valore, sono stati prodotti nella cittadina dove ancora oggi si contano più di 150 botteghe artigianali che danno vita ad opere d’arte seguendo le orme dei primi grandi maestri liutai del Cinquecento. Non a caso, proprio a Cremona fu fondata nel 1938 la Scuola Internazionale di liuteria, presso la quale si iscrivono tuttora studenti provenienti dal mondo intero, desiderosi di apprendere e di esportare poi nei loro paesi d’origine i segreti dell’arte liutaria. E nemmeno è un caso che nella città che ha dato i natali ai più grandi liutai della storia, come Antonio Stradivari, Andrea Guarneri e Nicola Amati sia stato inaugurato, a settembre del 2013, il Museo del Violino (MdV). Un luogo d’arte e di cultura nel senso più completo del termine: conserva cimeli antichi, ma ospita anche esempi dell’arte liutaria contemporanea e soprattutto, grazie a due laboratori (Laboratorio di Acustica musicale facente capo al Politecnico di Milano e Laboratorio di Diagnostica non invasiva dell’Università di Pavia) e all’Auditorium ad esso integrati, si propone come punto di riferimento per gli studiosi di varie discipline e come luogo di fruizione musicale per l’intera cittadinanza. La collezione storica del MdV conta cimeli (ad esempio modelli e attrezzi provenienti dalla bottega di Stradivari) e strumenti musicali, già appartenuti al Museo Stradivariano e poi inglobati nel MdV, donati nel tempo alla città di Cremona da diversi collezionisti; accanto ad essa trovano collocazione opere di liuteria contemporanea, come gli strumenti premiati nelle varie sessioni del concorso “Triennale degli Strumenti ad arco”, nonché spazi interattivi e postazioni multimediali. Il MdV ospita anche, oltre alla collezione permanente, mostre temporanee organizzate in collaborazione con realtà museali del mondo intero. Lo spazio in cui artigianato, arte, architettura, eccellenza musicale e socialità si incontrano è l’Auditorium: un gioiello di acustica realizzato da Yasuhisa Toyota, in cui un palcoscenico ellittico è collocato al centro di una sala da 464 posti. Grazie alla sua concezione, ogni ascoltatore può vivere come esperienza immersiva totale le esecuzioni di musicisti solisti di fama internazionale, gruppi cameristici e orchestre; provando così quella stessa sensazione di “tuffarsi” nella musica e nell’arte che si percepisce in ogni angolo della città, la cui vita è scandita dal ritmo della musica… in primis dalla voce del re violino!

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA