Istituto Comprensivo Breda Sesto San Giovanni – Milano Classe 1H – Docente: Ilaria Mattei

.

Tutta colpa del Covid se la scuola cambia

Il virus ha modificato completamente la vita degli alunni e degli insegnanti. Non è semplice seguire le lezioni senza connessione

.Le scuole sono molto cambiate a causa del covid. Tra tutte le persone che frequentano l’ambiente scolastico, gli studenti sono quelli che più risentono dei cambiamenti. Una delle nuove regole della scuola è che i lavori di gruppo in presenza a scuola sono vietati, questo comporta a non comprendere e a non lavorare bene.Tuttavia i docenti cercano di rendere la scuola un posto sicuro, assicurandosi che tutti i ragazzi abbiano la mascherina e che tengano un metro di distanza con il propri compagni. Ci sono alcune differenze tra i diversi ordini di scuola; per esempio, alla scuola materna i bambini possono anche non tenere la mascherina, mentre la maggior parte delle scuole superiori e delle università sono chiuse, con gli studenti impegnati nella DAD, mentre le scuole elementari e medie sono in presenza. Anche gli orari di entrata e di uscita sono cambiati, infatti tutte le classi entrano ed escono separatamente, cercando di non creare assembramenti. Anche l’intervallo è cambiato: infatti, tutti gli studenti devono mangiare la propria merenda al proprio posto, solo quando hanno finito possono alzarsi per parlare coi propri compagni, sempre rispettando la distanza. Anche la disposizione dei banchi è cambiata, tutti gli insegnanti controllano sempre che essi siano a un metro di distanza. Sia per gli studenti che per gli insegnanti è difficile tenere la mascherina per tutte le sei/otto ore di scuola, infatti con le mascherine alcune volte è difficile comprendere degli argomenti. Inoltre la circolare della scuola dice che alla fine di ogni ora bisogna aprire le finestre per far arieggiare la stanza. In questo periodo nelle scuole non si possono più fare alcune cose, come scambiarsi il materiale e condividere il cibo con i propri compagni. Inoltre, se un familiare si ammala, lo studente è costretto a stare in quarantena fiduciaria. Con la didattica a distanza non sempre si riescono a capire certi argomenti e non si riesce bene a stare al passo con i compiti assegnati. Invece nelle lezioni in presenza è più facile comprendere gli argomenti della lezione. Inoltre non si possono fare gite scolastiche, molti ragazzi hanno perso l’opportunità di fare gite a causa dell’emergenza in corso. Nonostante tutto ci siamo sforzati di trovare qualche aspetto positivo in questa situazione; per esempio, l’opportunità di imparare a usare la tecnologia ormai indispensabile, con la scusa di fare video lezione e di consegnare i compiti online, i ragazzi hanno acquistato dimestichezza nell’usare la tecnologia ogni giorno per a scuola. Un altro aspetto positivo del covid-19 è che, con la quarantena si può passare più tempo con i propri genitori. Un aspetto negativo invece è la connessione, perché alcune volte l’alunno non riesce a seguire bene la lezione. Nonostante la situazione difficile che tutti stiamo passando, tutti cerchiamo di andare avanti facendo del nostro meglio.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA