Il mondo visto e raccontato da giovani redattori

MILANO - 05/06/2019 - PALAZZO LOMBARDIA - PREMIO CRONISTI IN CLASSE 2019 - FOTO FASANI/NEWPRESS
Torna «Cronisti in classe» riservato agli studenti delle scuole medie ed elementari.
La manifestazione è giunta alla 15ª edizione

 

Difficoltà e abitudini stravolte sono le caratteristiche dell’anno scolastico in corso dove le regole della pandemia rendono tutto più problematico.
«Il Giorno» conosce benissimo la situazione e vuole essere ancora una volta accanto ai docenti nella loro non semplice attività quotidiana di insegnamento. Ecco perchè, nonostante il difficile momento che il mondo intero sta vivendo, torna il «Campionato di Giornalismo», proposto in tutte le edizioni locali del nostro giornale e riservato agli alunni delle classi 3ª-4ª-5ª delle scuole primarie e 1ª-2ª-3ª delle scuole secondarie di primo grado.
L’obiettivo è quello di far conoscere meglio il quotidiano, attraverso un vero e proprio «viaggio» che consenta di imparare ad utilizzarlo come strumento di nuove conoscenze e di analisi della realtà che circonda i ragazzi .I giovani chiedono sempre una maggiore informazione, ma si trovano di fronte ad una sovrabbondante offerta mediatica, in cui l’invadenza televisiva e gli stessi social network lasciano ben poco spazio alla riflessione e all’approfondimento e, a volte generano anche disorientamento.
Il quotidiano, pur nella diversità di opinioni e linguaggi, è ancora lo strumento fondamentale per capire i fatti, per entrare nella realtà che ci circonda, per stimolare il dialogo fra i giovani, a cominciare proprio dalla famiglia e dalla scuola. In questo progetto, sviluppato in sinergia fra le istituzioni scolastiche e le nostre testate, gli studenti diventano i protagonisti di una stimolante fase di approfondimento attraverso la lettura e la scrittura, mentre i docenti sperimentano nuovi percorsi didattici interdisciplinari. L’ambizione finale è quella di far avvicinare i ragazzi alla «fabbrica» delle notizie, da protagonisti oltre che da lettori attenti. Sono loro infatti insieme ai loro professori, gli attori di questo viaggio nel quotidiano, sono loro che discutono, decidono e scrivono sul giornale diventando attori protagonisti nelle case dei nostri lettori. I ragazzi sceglieranno in classe, in piena autonomia e libertà, gli argomenti da sviluppare. Possono essere approfonditi i problemi più significativi a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale, oppure ancora  del quartiere di cui si vorranno cogliere gli aspetti più significativi ed interessanti. I «redattori in erba» potranno spaziare, ad esempio, dal bullismo alla legalità, dall’immigrazione al degrado urbano, dalla valorizzazione del patrimonio artistico alla tutela ambientale, dalle eccellenze
del territorio in cui vivono all’importanza della ricerca scientifica, dal turismo sostenibile alla scoperta dei piccoli borghi. E poi ancora la sicurezza stradale, il volontariato, l’economia locale, i consumi, la moda, il mondo dell’informazione coi linguaggi sui new media. Senza dimenticare tematiche come il tempo libero, la corretta alimentazione, l’emergenza droga e l’alcolismo. Nelle pagine ci sarà spazio per interviste ad amministratori, docenti, artigiani, professionisti. E dai loro articoli, i ragazzi potranno far emergere ciò che pensano, ciò che vogliono e ciò che si aspettano dal mondo degli adulti.

CLICCA QUI PER VEDERE LA PAGINA