Istituto Comprensivo Ponte Lambro Ponte Lambro (CO) – Classe 2^A

La natura è più forte dell’uomo e resiste

Ogni individuo ha il potere di rendere il mondo un posto migliore e i ragazzi vogliono provare a farlo in concreto ogni giorno

L’essere umano, è sempre stato dotato di un’intelligenza superiore rispetto a qualsiasi altro essere vivente su questa terra e ha sempre compiuto atti incredibili, che hanno fatto del bene, migliorando il proprio stile di vita. Ma, allo stesso tempo, l’uomo può definirsi un essere crudele spietato, che distrugge il pianeta stesso in cui vive, ogni anno, sempre di più. Gli adulti, cambiano canale senza farci caso, ignorando questo problema, nella speranza che si dissolva come vapore acqueo. Alcune persone hanno fra le mani pezzi di puzzle che stanno riattaccando al proprio posto, creando così l’immagine del nostro mondo e dei disastri ambientali che si stanno verificando. Una delle più giovani attiviste conosciuta in tutto il mondo è la studentessa svedese Greta Thunberg che sta coinvolgendo i ragazzi affinché cambino le loro abitudini quotidiane e siano più sensibili al tema dell’inquinamento. Prima che ne parlassimo a scuola molti studenti non sapevano chi fosse e che cosa facesse; dopo averla vista nel video in cui parlava all’ONU alcuni sono andati a casa e se lo sono riguardato, altri si sono commossi e non smettevano più di pensare a lei e a tutto quello che ha detto. Grazie al suo coraggio tutto il mondo si sta rendendo conto della situazione drammatica in cui ci troviamo dal punto di vista ambientale. Non è ancora troppo tardi per cambiare le cose e se uniamo le forze riusciremo a collaborare e a diventare qualcuno a cui interessa il futuro proprio e del pianeta: il futuro è di tutti i ragazzi, come ci ha ricordato Greta e come ha scritto anche Fulvio Ervas nel suo libro «Il convegno dei ragazzi che salvano il mondo» che abbiamo letto e commentato in classe. Abbiamo riflettuto su quale sia il nostro comportamento: molti di noi cercano di stare attenti e di rispettare l’ambiente, ma non sempre si riesce. Tutti noi possiamo impegnarci anche nel nostro piccolo: a scuola, a casa e nei centri di ritrovo. Ogni individuo ha il potere di fare del mondo un posto migliore, e noi proveremo a farlo davvero, ogni giorno. Possiamo anche dedicare un minuto nella nostra vita, per fare la raccolta differenziata o per spostarci a piedi, ma quel minuto può bastare per fare la differenza. Se uniamo le forze di tutti possiamo aiutare il mondo a sconfiggere l’inquinamento per avere una vita migliore e per rispetto a chi verrà dopo di noi, e non ha nessuna colpa. La natura ha sempre resistito a tutto quello che l’uomo ha fatto, ma non riuscirà per sempre a sopportare il peso dei nostri errori. Se fossimo degli importanti capi di governo, con la facoltà di prendere decisioni, abbiamo pensato a tre soluzioni: puntare sulla scuola per sensibilizzare gli studenti, stabilire leggi più severe per chi inquina e incentivare a piantare alberi per ogni bambino che nasce. Così ogni bambino potrebbe abbracciare la propria pianta personale! Soprattutto non bisogna vergognarsi del proprio impegno a salvaguardia dell’ambiente.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA