Istituto Comprensivo «Curiel» Paullo – Classe 2D

I supermercati aiutano scuole e alunni

Coi bollini della spesa si possono acquistare attrezzature didattiche fondamentali per il supporto informatico

Nella nostra scuola abbiamo molta strumentazione informatica comprata in questi anni attraverso la raccolta nei supermercati. Ma non solo: anche colori e materiale per i bimbi più piccoli. Ma come funziona Come si fa ad avere materiale informatico o di lavoro didattico e perché spesso sono PC e LIM Ovviamente per migliorare e aiutare il lavoro all’interno delle scuole. La modalità di lavorare a scuola è cambiata molto negli anni. Adesso si usa la LIM nelle classi e tutte le scuole hanno almeno un’aula informatica. Per questo è importante incentivare l’uso quotidiano di questi strumenti. E come fare se ne servono di più Ecco che entrano in gioco i «super-eroi del vicinato». Le grandi catene di supermercati, nella nostra zona, che aderiscono a questo progetto sono state la Coop, l’Esselunga, la Simply Auchan. Il Gigante ha aderito circa tre anni fa. Tutti questi grandi nomi hanno costituito per la nostra scuola un aiuto per implementare la strumentazione tecnologico-informatica e comprare materiale per la didattica. La raccolta punti esiste sotto varie forme. Esiste anche «Un Click per la Scuola», iniziativa promossa da Amazon.it a beneficio delle istituzioni scolastiche, si può permettere: al cliente Amazon di supportare la scuola che desidera. La stessa Amazon può dimostrare di donare alle scuole, che abbiano aderito all’Iniziativa, una percentuale degli acquisti effettuati dai clienti su Amazon.it sotto forma di credito virtuale. Le scuole selezionate che abbiano aderito all’iniziativa, hanno infine la possibilità di utilizzare il credito virtuale donato da Amazon su catalogo di oltre 1.000 prodotti venduti e spediti da Amazon. Invece la catena Esselunga, ogni 25 euro, regala un bollino, il quale verrà accumulato dalla scuola insieme a molti altri in scatoloni che si trovano all’ingresso. E sapete E’ davvero divertente portare a scuola questi bollini e inserirli nell’apposito contenitore con il nome del Supermercato. In questo modo la scuola è in grado di usare i bollini senza spendere soldi, acquistando alcuni oggetti scolastici che si trovano nel catalogo. Un momento ancora più divertente, e davvero tanto utile, è quanto capitato al nostro compagno che, in un momento di tranquillità didattica, è stato affidato al docente incaricato di registrare tutti i bollini sul sito: ha usato quella simpatica pistola a raggi laser che leggono il codice a barre. Prima, per ricevere gli oggetti scolastici dalla Coop o altri, bisognava incollare tutti i bollini e poi consegnarli, ma ormai riconosce il codice a barre, come l’Esselunga. I cataloghi sono molto conosciuti: quello dell’Esselunga si chiama «Amici per la scuola», della Coop «Coop per la scuola» e di Un click per la scuola «Un click per la scuola». Facile no I tempi Per esempio, la raccolta inizia per l’Esselunga e la Coop verso ottobre e per la prima termina a metà novembre, mentre la seconda finisce agli inizi di dicembre.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA