Campionato di Giornalismo il Giorno

Istituto Comprensivo «Agostino di Ippona» Media «Fermi » Cassago Brianza (LC) CLASSI 2^D

I disabili sono dei super eroi

Sono persone che riescono ad abbattere gli ostacoli fuori e dentro di noi

DA RECENTI studi statistici risulta che in un quarto delle scuole italiane sono presenti barriere architettoniche: le scale, le porte troppo strette, i mezzi di trasporto inadeguati o i servizi igienici non a norma. Molte volte non ci si pensa, ma sono tante le persone in carrozzina o anche con le stampelle o con problemi di vista o altre difficoltà. Inoltre ci sono le barriere mentali: la paura della diversità, l'essere egoisti o non sentirsi adeguati ad aiutare qualcuno che è in difficoltà e non riuscire a socializzare con lui. Queste difficoltà fanno nascere nei ragazzi diversamente abili la paura di sentirsi soli e isolati. L'INSEGNANTE di sostegno aiuta ad abbattere queste barriere, però spesso questi insegnanti non sono di ruolo e quindi cambiano durante i cicli scolastici. A volte questi docenti non vengono neppure assegnati e le classi non possono usufruire di questo importante aiuto. Come possiamo migliorare la situazione I mezzi tecnologici facilitano la didattica: ad esempio pc, software specifici e app per l'apprendimento. Ma c'è anche bisogno di scivoli, pedane, monta scale, ascensori a norma e porte a doppia entrata che facilitano il passaggio. Inoltre è essenziale scegliere una meta adeguata per le gite: evitare mete escludenti e limitanti e informarsi bene sui mezzi, treni e pullman, per verificare la loro adeguatezza. Per sorpassare le barriere mentali bisogna mostrare empatia, affetto e premura verso queste persone. I professori e i compagni dovrebbero farli sentire adeguati e renderli partecipi in tutte le attività che si svolgono. I diversamente abili sono persone che hanno abilità diverse, quasi dei super eroi con super poteri: ad esempio usare il mento per muovere il joystick della propria carrozzina elettrica e scrivere a computer! Nella nostra classe c'è uno di questi super eroi: noi lo affianchiamo preparando l' occorrente per le lezioni. Inoltre durante l'intervallo stiamo insieme, mangiando con lui la merenda. Anche nell'ora di Educazione motoria non ci diamo per vinti: per gli esercizi non praticabili troviamo sempre un'alternativa. In questo modo possiamo fare tutto insieme. È importante fare informazione su questo argomento per abbattere le barriere e costruire ponti fuori e dentro di noi.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA