Campionato di Giornalismo il Giorno

IC CASTEGGIO (PV) CLASSE 3A

Allarme incidenti sulle strade

Conoscere i rischi può diminuire il numero di vittime

 

GLI INCIDENTI stradali sono una delle cause di morte più frequenti tra i giovani in Italia. Secondo i dati Istat (Istituto nazionale di statistica) tra gennaio e giugno 2018 si sono registrati 82942 incidenti stradali (in leggero calo rispetto all'anno precedente,-3%), con picchi nelle regioni più trafficate come la Lombardia e il Lazio.

IL FENOMENO è di tale portata che dal 2005 l'Onu ha istituito una giornata mondiale dedicata alla sicurezza stradale e, con la legge 227 del 2017, la terza domenica di novembre è divenuta Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada (#WDR). Solo nella regione europea, gli incidenti uccidono quasi 127.000 persone: come se, ogni anno, scomparissero gli abitanti di una città di medie dimensioni come Pavia! L'Oms prevede che, entro il 2020, gli incidenti stradali diverranno la terza ragione globale di morte e disabilità. Comportamenti sbagliati alla guida, quali ebbrezza e uso di cellulari, disattenzione, eccesso di velocità: questi i principali fattori che causano incidenti. Per tale ragione, negli ultimi anni, chilometri di autostrade e strade extraurbane del nostro paese sono stati sottoposti a rigidi controlli attraverso forze dell'ordine e sistemi di videosorveglianza, per rilevare le trasgressioni al codice stradale. La guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti è una delle infrazioni maggiormente rilevate. Le sanzioni sono divenute progressivamente più severe: vietato anche il minimo consumo di alcolici a chi ha meno di ventuno anni o è neopatentato; multe fino a duemila euro per chi guida con tasso alcolemico fra 0,5 e 0,8 g per litro di sangue, con sospensione della patente fino a sei mesi; infine, pene severissime per chi si renda responsabile di un incidente. Gli strumenti utilizzati dalle autorità durante i controlli sono l'etilometro e il drogometro, che permettono di accertare, attraverso l'analisi dell'aria espirata e di un tampone salivare, la presenza di sostanze alcoliche o stupefacenti nel sangue. L'informazione su questi argomenti nelle scuole, davanti alle discoteche e in tutti i luoghi frequentati da giovani rappresenta un importante mezzo di prevenzione nei confronti del problema. Conoscere i rischi e le conseguenze di una guida irresponsabile può diminuire il numero di vittime.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA