Campionato di Giornalismo il Giorno

Vite dedicate agli altri

 FACENDO RICERCHE su Don Milani siamo venuti a conoscenza dell'esistenza della scuola «Penny Wirton», e abbiamo chiesto informazioni alla direttrice Laura Bosio. Ci descrive la scuola «I ragazzi che vengono nella nostra scuola sono molto giovani e provengono da paesi fuori dall'Europa. Arrivano dopo aver superato grandi difficoltà e hanno bisogno di imparare l'italiano per vivere con gli altri, farsi capire e trovare un lavoro. Non ci sono classi come le vostre, da noi c'è il rapporto 1:1, perché le persone arrivando da paesi diversi, parlano lingue diverse, qualcuno è istruito, altri no, quindi non partono tutti dallo stesso livello. Le iscrizioni sono sempre aperte, ogni anno frequentano più di 200 persone anche se non in modo stabile, perché la loro vita è un continuo movimento». Come ha avuto l'opportunità di fare la direttrice «La scuola è stata fondata a Roma da Eraldo Affinati e Anna Luce che si sono ispirati a Don Milani: Eraldo è uno scrittore e lo sono anch'io, quindi ci siamo conosciuti per lavoro. Penso ci siano delle cose belle della vita che arrivano alle quali bisogna dire sì, così ho detto sì, voglio provare». Quante scuole Penny Wirton ci sono in Italia «Ce ne sono 20, dislocate in varie regioni; quella di Milano è stata aperta nel 2015» È bello dirigere questa scuola «È bello, impegnativo ed è una grande responsabilità. Per noi l'insegnamento è uno scambio, perché i ragazzi portano i loro bisogni ma anche il loro mondo. Molti vengono da culture antiche e hanno gesti antichi: un'estrema gentilezza e atti di attenzione e galanteria spesso dimenticati, oltre al senso di distanza nei confronti degli adulti». Chi sono gli insegnanti «Sono tutti volontari e sono bravissimi. Si impegnano molto e stabiliscono relazioni con gli allievi, quindi è sempre una grande emozione sia per gli insegnanti sia per i ragazzi». Chi compra il materiale scolastico «I soldi li mettono i volontari, perché non abbiamo sovvenzioni dallo Stato».

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA