Campionato di Giornalismo il Giorno

Dona-Doni: tre giorni per gli altri

 LA SOLIDARIETÀ non è solo una parola, ma è principalmente una forma di impegno a favore di altri, è comprensione e disponibilità che si concretizza in uno sforzo attivo e gratuito, teso a venire incontro alle esigenze e ai disagi di qualcuno che abbia bisogno di un aiuto. Questo è quello che hanno scelto di fare gli alunni delle terze dell'Istituto Comprensivo «Eugenio Donadoni» di Bergamo nel corrente anno scolastico. NEI GIORNI 8, 9 e 10 dicembre, infatti, durante il ponte dell'Immacolata, quando la scuola era chiusa, gli alunni delle classi terze hanno organizzato un mercatino di beneficenza «In attesa di Santa Lucia». Il ricavato è stato devoluto al «Centro di Ascolto» di Pignolo Alta, associazione che si occupa di famiglie indigenti presenti nel quartiere. Gli alunni hanno messo a disposizione libri, balocchi, bambole, oggetti significativi della loro infanzia: il dono nasce infatti da un autentico atto di generosità e permette di condividere qualcosa di sé che non sia superfluo. Gli alunni hanno raccolto e catalogato gli oggetti; poi li hanno sistemati su banchetti all'interno del chiostro di Santo Spirito in via Tasso. I giorni della vendita sono stati entusiasmanti: calorosa è stata la partecipazione delle famiglie e dei passanti incuriositi e attratti dalle voci gioiose dei ragazzi. Alla fine di ogni giornata gli alunni hanno registrato con sorpresa e soddisfazione la generosità degli incassi. Tra una risata e l'altra sono riusciti a comprendere il vero senso dell'iniziativa: stare insieme per fare del bene. Il progetto “Dona-Doni” ha permesso all'istituto di aprirsi al territorio e di rapportarsi ad altre agenzie educative, in particolare alla rete sociale, tramite il referente della scuola, professoressa Carla Quarti. La solidarietà, centro delle iniziative scolastiche di quest'anno, offre la possibilità agli alunni di affacciarsi su realtà di disagio e fragilità. Il mercatino è stato solo l'inizio di un percorso che porterà gli alunni a scoprire e a aiutare persone fragili o a causa di problemi economici o di altro genere (come i non vedenti o gli immigrati o gli anziani) che incontreranno nel corso dell'anno grazie a progetti ed iniziative e saranno per loro occasioni di crescita e arricchimento umano.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA