Campionato di Giornalismo il Giorno

Un sacco di doni agli anziani

 OGNI ANNO a Natale, nella scuola primaria di Torre Pallavicina, un piccolo paese della bassa pianura bergamasca ai confini con le province di Brescia e Cremona, è tradizione portare dei doni soprattutto alle persone anziane e sole, per augurare loro un felice allegro Natale. Questa iniziativa nasce da un progetto di solidarietà che la scuola porta avanti ormai da molti anni e che ha sempre riscosso grande riscontro presso tutta la comunità. DAL PUNTO di vista urbanistico, Torre Pallavicina è qualcosa di anomalo, poiché non ha un centro vero e proprio, ma è l'insieme di tre piccoli nuclei, distanti l'uno dall'altro: Torre Pallavicina, che dà il nome all'intero paese, Villanuova, dove è presente la scuola primaria e quella dell'infanzia e Santa Maria. Quest'anno i bambini della scuola hanno preparato e distribuito alle famiglie del paese dei pupazzetti di neve. Gli alunni, durante le ore di laboratorio, ne hanno costruiti circa quattrocento, riciclando cerchi di legno, per la testa e il corpo, bottoni di vari colori e grandezze, usati come occhi, e pezzi di stoffa, per le sciarpe e i cappelli: tutti i quarantadue bambini, dalla classe I^ alla classe V^, hanno contribuito all'assemblaggio dei manufatti, una vera e propria catena di montaggio! È stato un lavoro molto impegnativo, ma con la collaborazione di tutti, in poco più di un mese, sono riusciti nell'impresa. L'ultimo giorno prima delle vacanze natalizie, i bambini, insieme alle sette insegnanti, sono andati per le vie del paese, grazie allo scuolabus, messo a disposizione dal Comune, a distribuire ad ogni famiglia il cadeau natalizio: una comitiva di piccoli che, suonando ad ogni porta, hanno donato a quelle persone particolarmente sole i loro pupazzetti, mentre cantavano con allegria un sincero «Buon Natale e un felice anno nuovo». Dopo un'intera mattinata passata a percorrere a destra e a manca tutto il paese, gli alunni, non ancora stanchi nonostante tutto quel girovagare, sono ritornati a scuola, dove hanno potuto rifocillarsi con le caramelle, i biscotti e i cioccolatini meritatamente ricevuti da quelle nonne e nonni, entusiasti per il regalo; gesto di ringraziamento per aver portato loro un po' di allegria e tanta gioia nel cuore. Con la certezza che, anche il prossimo anno, bambini speciali suoneranno alle loro porte e chissà con quale altra meravigliosa sorpresa!

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA