Campionato di Giornalismo il Giorno

Siamo tutti un po’ Pinocchio

 È L'ULTIMO giorno di scuola. Gli studenti delle classi quarte si stanno preparando per un'importante esibizione. Si tratta della rappresentazione «Siamo tutti Pinocchio», conclusione del progetto di arte e immagine «Buoni e cattivi». Dopo tanto impegno e numerose prove, dietro le quinte l'atmosfera è un po' tesa. GLI ATTORI della classe IV C hanno già indossato i loro costumi e le insegnanti sono indaffarate negli ultimi ritocchi, ma ci sono come al solito dei piccoli imprevisti: il naso di Pinocchio che non sta su, qualche coda di volpe un po' sfilacciata, i baffi delle gattine un po' sbavati. Qua e là gruppetti di ballerini, canticchiando, riprovano i passi di danza che hanno fatto tanta fatica ad imparare. «Non ricordo più niente!» si azzarda a dire qualcuno, ma subito trova chi lo rassicura: «Non preoccuparti! Quando toccherà a te ricorderai tutto e faremo bella figura, come sempre». Finalmente arriva il momento di entrare in scena, sotto gli occhi attenti dei genitori, che nel frattempo hanno preso posto sulle tribune della palestra della scuola. E' difficile capire chi si nasconde dietro quelle belle maschere da gatto e da volpe, ma nessuno sfugge ai flash delle macchine fotografiche. All'improvviso cala il silenzio e inizia quello che si potrebbe definire un piccolo musical. Tutti i bambini cantano all'unisono la prima canzone, accompagnati al pianoforte dal maestro di musica, poi ogni classe si esibisce in un balletto. A poco a poco la fiaba prende forma: dopo l'esibizione dei Grilli Parlanti e dei Burattini di Mangiafuoco, ecco finalmente il turno della IV C. I gatti e le volpi, con l'adrenalina alle stelle, si dispongono al centro della pista. I maschietti, in camicia hawaiana e cravatta dai colori sgargianti, sembrano un po' ridicoli con quella grossa coda arancione; al contrario, le femminucce sembrano a proprio agio con il pancino di cotone bianco e le orecchie da gatto sul cerchietto. Già sulle prime note però l'ansia da palcoscenico svanisce: tutti eseguono senza errori i passi di danza stabiliti e si muovono con naturalezza. Dopo scivolate e capriole, sulla posa finale si scatena l'entusiasmo del pubblico. E' un trionfo! I bambini hanno dimostrato di essere un gruppo compatto, disciplinato e determinato e ora ricevono il giusto riconoscimento.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA