Campionato di Giornalismo il Giorno

Bambini troppo impegnati

 FRA CALCIO, basket, ginnastica e altri sport, corsi di chitarra, di inglese o di teatro, i bambini hanno sempre più impegni e meno tempo per riposarsi. Sicuramente, rispetto ai loro genitori, zii o nonni, i ragazzini di oggi hanno molte più cose da fare: stanno in classe otto ore al giorno e quando ritornano a casa, dopo una merenda mangiata di fretta, escono di nuovo, chi per allenarsi, chi per andare a scuola di recitazione o di musica. Come se non bastasse, alcune volte, quando rientrano a casa la sera, anche se è tardi e sono stanchi dopo la loro lunga e impegnativa giornata, hanno anche i compiti da fare o alcune materie da studiare. MA NON È FINITA qui. Si aggiungono, poi, anche gli impegni famigliari, come andare a trovare i nonni o gli zii, andare con il papà a fare la spesa al supermercato o con la mamma a comprare i vestiti nuovi oppure accompagnare i genitori e il fratellino o la sorellina da qualche altra parte. Qualcuno, inoltre, ha anche il catechismo il sabato mattina. Insomma, non sono ancora degli adulti, ma vivono giornate frenetiche, e a volte stressanti, quasi come quelle dei loro genitori. Anche se i bambini di oggi - a differenza di quelli di qualche anno fa - non vanno più a scuola il sabato mattina (e questa è una grande fortuna), per loro trovare uno spazio libero per giocare con gli amici, per andare a fare una tranquilla passeggiata al parco, per guardare la televisione o per fare un riposino pomeridiano è diventata ormai un'impresa da super eroi. Che fatica! Pure i giochi moderni non sono più gli stessi e rendono la vita dei bambini di oggi diversa da quella dei loro coetanei di qualche tempo fa, che non possedevano ancora né tablet né smartphone né così tanti videogiochi. Ora, per esempio, molti ragazzini preferiscono trascorrere il poco tempo libero che hanno a disposizione davanti alla Playstation o al cellulare piuttosto che stare all'aria aperta insieme ai loro amici. Si è persa anche la socializzazione che c'era una volta perché quando si ha del tempo per sé lo si occupa con la tecnologia. Alcune volte, anche se sono solo bambini, si sentono molto, ma molto stanchi. Vorrebbero fermarsi e smettere di fare tutte le cose che fanno; vorrebbero tornare a casa, lanciarsi sul divano e restare lì a fare niente.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA