Campionato di Giornalismo il Giorno

Giovani politici in erba

 MOLTE SCUOLE aderiscono a un progetto, il Consiglio comunale dei Ragazzi, che permette ai propri studenti di trasformarsi in politici per migliorare la città in cui vivono. Il Consiglio comunale dei Ragazzi è un organo molto simile a quello degli adulti. Nasce a New York nel 1989, quando 196 Stati del mondo firmano la «Convenzione dei Diritti del Fanciullo». IN ITALIA questa iniziativa proviene dall'Articolo 7 della Legge 285 del 1997 e in vent' anni ha portato alla creazione di più di 200 Consigli dei Ragazzi in giro per l'Italia; oltre a fissare i principi fondamentali per la crescita dei bambini, promuove anche la partecipazione nelle istituzioni (gli organi politici che permettono il funzionamento dello stato) da parte dei più piccoli. I primi consigli nacquero in Francia nel 1979, ma in Italia il primo comune ad approvare il regolamento è stato Tolentino nel 1991. Il Ccr è composto dai ragazzi nominati in ogni scuola che partecipa al Progetto per diventare rappresentanti dei propri compagni di classe. Possono essere eletti gli studenti della scuola secondaria (2 consiglieri per ogni classe) e quelli degli ultimi due anni della scuola primaria (un solo consigliere per classe). Durante la prima seduta del consiglio comunale vengono eletti il sindaco dei ragazzi, il presidente del Consiglio, il vice sindaco e gli assessori. Il Ccr si propone di far conoscere agli adulti le esigenze dei ragazzi, propone iniziative ed esprime giudizi sui problemi che riguardano la gestione della città soprattutto per quanto riguarda il mondo della scuola, sport, spettacoli culturali, ambiente. I ragazzi imparano a collaborare tra di loro, a discutere esprimendo le proprie opinioni nel rispetto delle regole. Prepara i ragazzi ad una cittadinanza consapevole aiutandoli a maturare un senso di appartenenza al proprio paese. Il Consiglio è uno strumento importante per favorire una idonea crescita socio-culturale degli studenti, nella piena e naturale consapevolezza dei diritti e dei doveri civici verso le istituzioni e verso la comunità. I ragazzi possono così esprimere pareri o chiedere informazioni al Consiglio comunale dei grandi su temi e problemi che riguardano le esigenze del mondo giovanile. A Trezzano il primo Ccr è nato nel 1995 e a fasi alterne è arrivato sino ai giorni nostri, ritornando ad assumere un ruolo nel progetto di «Educazione alla Legalità» nel 2013.

 

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA