Campionato di Giornalismo il Giorno

Il dialetto è in via di estinzione

MOLTO SPESSO noi ragazzi sentiamo i nostri nonni utilizzare una lingua che non conosciamo e che alle nostre orecchie suona strana, particolare e anche un po’ buffa: il dialetto. Abbiamo voluto dedicare del tempo ad approfondire la diffusione che oggi hanno queste lingue antiche e con un’origine lontana, con cui però entriamo in contatto quasi ogni giorno. Ci siamo organizzati per raccogliere informazioni, opinioni e pensieri riguardanti l’uso del dialetto che parlano i nostri nonni: li abbiamo quindi intervistati ed ascoltati. IN SEGUITOal confronto tra ragazzi e nonni è possibile affermare che il dialetto è un bene da preservare perché rappresenta il fondamento di una tradizione antica che, tramandata di generazione in generazione, permette di ritrovare modi di dire e di pregare ormai in disuso. Purtroppo, al giorno d’oggi, i giovani, per la maggior parte, non parlano il dialetto; alcuni, però, pur non parlandolo, sono in grado di comprenderlo, perché a volte i nonni si rivolgono loro utilizzandolo. Gli anziani, quando erano bambini, hanno imparato il dialetto in famiglia, perché esso rappresentava la lingua della comunicazione quotidiana; addirittura esso, in qualche caso, veniva parlato a scuola. Il dialetto è una lingua sempre meno parlata; oggi è usato solo dagli anziani che se ne servono soltanto per comunicare tra di loro, o al massimo con i figli più grandi. Essi stessi, per rivolgersi ai nipoti, cercano di sforzarsi di parlare italiano. Inoltre, anche tra gli anziani, si sta diffondendo l’uso degli strumenti di comunicazione digitale che richiedono l’utilizzo non certo della lingua dialettale, ma dell’italiano e quindi contribuiscono, purtroppo, a disperdere quel patrimonio linguistico di cui i nostri nonni sono custodi. Ci siamo accorti, durante le nostre ricerche, che alcune parole del dialetto assomigliano molto a quelle dell’italiano e ci siamo detti che sarebbe interessante fare un lavoro di confronto e di analisi per andare alla vera radice di queste parole. Siamo incuriositi da questa lingua, avvolta dal fascino dell’antico e abbiamo voluto riportare alcune delle domande che abbiamo utilizzato per raccogliere informazioni.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA