Campionato di Giornalismo il Giorno

Un mare di plastica



GLI ALUNNI di classe 5^ della scuola primaria «A. Vido» conoscono il problema durante la Settimana Blu, un periodo di soggiorno dal 20 al 26 settembre a Milano Marittima, presso la colonia di proprietà del Comune di Tirano, in provincia di Sondrio. Dalla visita all'Acquario di Cattolica vengono a conoscenza che l'80% dei rifiuti marini è plastica e il 5% di plastica prodotta dalle industrie finisce nel mare. Le plastiche, i sacchetti e le bottiglie sono i rifiuti marini più diffusi. BASTI PENSARE che gli Stati Uniti, da soli, producono più di 100 miliardi di sacchetti di plastica all'anno. Ogni rifiuto ha un tempo di decomposizione diverso: i fazzoletti di carta impiegano 4 settimane, un quotidiano 6 settimane, stoffa e lana dagli 8 ai 10 mesi, una rivista di carta patinata dagli 8 ai 10 mesi, sigarette senza filtro 3 mesi, fiammiferi 6 mesi, un mozzicone di sigaretta 1 anno e più, un chewing-gum 5 anni. La plastica è un derivato dal petrolio e ha tempi lunghissimi di decomposizione, anche 1000 anni! Decomponendosi si frammenta in piccoli pezzi tossici che possono essere consumati dagli esseri viventi, ad ogni livello della catena alimentare. I pesci si avvelenano scambiando la plastica per cibo, muoiono di fame o rimanendo intrappolati. Quando noi mangiamo ingeriamo plastica, per cui anche l'alimentazione umana viene compromessa. Le plastiche alogene penetrano in profondità e causano danni seri alle specie viventi: muoiono più di 400.000 mammiferi all'anno, ci sono più di 267 specie danneggiate dall'inquinamento da plastica. IL FENOMENO è aumentato dal 2002 fino ad oggi e in 50 anni si sono formate isole di plastica. Sono 5 in tutto: 2 nell'Oceano Pacifico, 2 nell'Oceano Atlantico e 1 nell'Oceano Indiano. In Italia ci sono tante associazioni di pulizia dell'ambiente, tra queste ricordiamo Lega Ambiente. Queste associazioni cercano di ripulire i fondali marini e segnalano le zone inquinate. Alcuni scienziati progettano di costruire delle barriere per raccogliere la plastica usando correnti e venti. Noi cittadini dobbiamo imparare a rispettare l'ambiente facendo, ad esempio, la raccolta differenziata per il riciclaggio della plastica.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA