Campionato di Giornalismo il Giorno

Marte, nuova speranza

ELON MUSK non vuole semplicemente arrivare su Marte, come fecero gli astronauti dell'Apollo 11 nel 1969, che atterrarono sulla Luna, prelevarono dei campioni di materiale, impiantarono la bandiera americana e ripartirono per tornare. L'imprenditore americano vuole costruire una nuova civiltà sul pianeta, prima che qualche calamità cancelli la nostra esistenza sulla Terra. Musk immagina di colonizzare Marte, trasferendo parte della popolazione sul pianeta con una flottiglia di astronavi interplanetarie, ciascuna con a bordo centinaia di passeggeri; costo del viaggio: 500 mila dollari. L'AZIENDA statunitense SpaceX (Space Exploration Technologies Corporation), fondata nel 2002 in California, non ha ancora mandato un solo uomo nello spazio, e d'altronde lo stesso Musk ha promesso di divulgare presto i particolari dei suoi piani . SpaceX vorrebbe mandare i primi astronauti su Marte nel 2024, con atterraggio sul Pianeta Rosso previsto nel 2025. Volendo fare un passo indietro nel tempo, la NASA, com'è noto, mandò i primi uomini sulla luna nel 1969 e cominciò ad esplorare il pianeta Marte con le sonde ancor prima di allora. LE SPEDIZIONI sul Pianeta Rosso, però, sono previste non prima del 2030. Si tratta ancora di missioni esplorative, che si limiteranno a orbitare intorno al pianeta. Il leggendario astronauta John Grunsfeld, che vanta una carriera di oltre vent'anni nella NASA, ricorda che già nel 1992 qualcuno gli disse che era uno tra gli uomini destinati ad andare su Marte, per dire che da quando gliel'hanno detto è passato un po' di tempo: quindi quelli che vorrebbero partire in questi anni potrebbero diventare anziani nel tempo aspettando la progettazione e lo sviluppo dell'intero progetto.

20170315-g-son-18