Campionato di Giornalismo il Giorno

Mai più senza… teatro

LA MAGGIOR parte dei ragazzi preferisce andare al cinema, magari in un multisala, per vedere un film, piuttosto che dedicarsi a scene recitate dal vivo, considerandole noiose. Bisogna essere sinceri: forse spesso si parte dal presupposto che quel tipo di spettacolo ai giovani non piace perché probabilmente non hanno mai provato ad assistere ad una rappresentazione teatrale per propria scelta e secondo i propri gusti. La maggioranza associa il teatro ad una proposta scolastica, magari interessante e migliore della solita lezione, ma… sempre lezione è, insomma! ECCO QUINDI che la ricca e varia proposta della stagione teatrale della nostra città sembra perfetta per coinvolgere anche un pubblico giovane e, solitamente, estraneo ai titoli classici. Quest'anno il teatro «Galleria» di Legnano ospiterà vari comici noti anche agli spettatori televisivi, perché sono comparsi spesso nelle trasmissioni come «Zelig» o «Colorado», tra cui Pintus, Andrea Pucci e Giuseppe Giacobazzi. Tra gli spettacoli musicali ci saranno dei musical: verranno messi in scena «Romeo e Giulietta» e «La febbre del sabato sera». Secondo interviste e sondaggi svolti tra gli studenti queste proposte hanno riscosso un certo interesse. Certamente sono presenti in cartellone cantanti come Albano, che attrae un pubblico un po' più maturo, o compagnie teatrali come i Legnanesi con spettatori per la maggior parte adulti, o appuntamenti raffinati come gli “Aperitivi in concerto” o il “Sunday Jazz”. Ci sembra, leggendo gli appuntamenti, che anche il teatro “Tirinnanzi” abbia voluto diversificare la programmazione in categorie in base alle richieste ed ai gusti del pubblico. A qualunque genere o fascia di pubblico appartengano, sono però tutti nomi noti e di successo. Questo vuol dire che Legnano offre la possibilità di assistere ai migliori spettacoli, a prezzi in genere contenuti, senza doversi recare a Milano di sera, che per i ragazzi sarebbe molto difficoltoso. Chissà…Magari avvicinandosi a qualche spettacolo con personaggi graditi, i ragazzi potrebbero essere un po' meno sospettosi verso lo stile delle sale teatrali, un po' meno intimiditi da argomenti che magari hanno paura di non capire (nessuno li interroga dopo una serata), un po' più lontani dalla freddezza del video…a teatro l'attore ci guarda in faccia!

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA