Campionato di Giornalismo il Giorno

Rifiuti, l’inciviltà costa cara

 PASSEGGIANDO in bicicletta per le strade di Sesto Ulteriano, un ridente paesino nella bassa milanese, anziché sentire l'odore dei fiori e il cinguettio degli uccellini si sente lo schiamazzo dei polli attratti da gomme, sacchetti di plastica, bottiglie di birra, macerie, mobili, materassi, vestiti che emanano odore di marcio lasciati per strada. Insomma, tanti piccoli ammassi di roba sparsi qua e là. Incuria e maleducazione o disorganizzazione? Una cosa è certa: la chiusura della discarica di Sesto a causa dei lavori sugli scarichi fognari che si protraggono ormai dal 2015 ha creato molti disagi. D'ALTRO CANTO però chi lascia il sacchetto per terra è il cittadino che per pigrizia non si reca alla vicina piattaforma ecologica di S. Giuliano (di cui Sesto è frazione) o non fa la raccolta differenziata. Il formarsi di queste discariche abusive ha serie conseguenze: inquinamento, malattie ma soprattutto un danno economico. Inquinare costa! Per recuperare tutti quei rifiuti lasciati per strada ci vogliono: 40€ per il camion, 200€ per quelli non differenziati, 24€ all'ora per ogni dipendente, tutto compreso nella TARI. La legge impone al comune di raccogliere tutto ciò che viene abbandonato per strada o nelle campagne: si spendono 5 milioni di euro all'anno anziché investirli nella manutenzione scolastica, e le strade sono sporche. Il danno è anche d'immagine. In via Brianza c'è l'ingresso chiuso della discarica, davanti al quale si è formato un enorme mucchio di immondizia, ma c'è anche una multinazionale che ospita dirigenti di vari paesi i quali devono passare proprio davanti ai rifiuti a bordo strada. Cosa penseranno di San Giuliano e cosa diranno una volta tornati a casa? Si possono introdurre soluzioni tecniche e organizzative migliori per diminuire la quantità di rifiuti prodotta o per incentivare la gente ad usare le discariche, ma il problema rimarrà fino quando noi stessi non cambieremo abitudini. Un uomo dopo la festa del nipotino ha scaricato 8 sacchi in un campo. Dall'esame dei sacchi si è risaliti al responsabile ed è stato multato di 300 euro per ogni sacco. Perché questo comportamento quando la discarica è gratis? È un problema culturale: se tutti buttiamo la cicca per terra prima o poi ce la ritroveremo attaccata alla suola delle scarpe e la porteremo in casa.

CLICCA QUI PER APRIRE LA PAGINA